www.toltedalcassetto.it  -  Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
Home Page del sito Photo Magazine Prima Pagina Site Maps
 
Itinerario cicloturistico dalla
Val di Magra alla Lunigiana,
passando per Castelnuovo
 
[ PERCORSO MC5-N010 ]  S.Stefano di Magra, Sarzana, Colombiera, Castelnuovo Magra, Vallecchia, SS 446 dir. di Fosdinovo, Marciaso, Cecina, Campiglione, Colognola, Gragnola, Gassano, Rometta, Serricciolo, Pallerone, Aulla e rientro a S.Stefano di Magra (Km totali 69)
 
MARCIASO - Panorama del centro storico
 
●  Manuale del cicloturista ●  Strade e piste ciclabili ●  Itinerari
●  La ciclabile del Lunense ●  Mappa del territorio ●  Sorgenti d'acqua
 
E' un percorso simile all'MC4-N009, anche nel chilometraggio. Però e decisamente più impegnativo per quanto riguarda i tratti in salita. Sono infatti presenti le ascese della Spolverina (vedi note più sotto) e quella di Cecina, che hanno dei tratti molto duri da scalare perché la pendenza, in alcuni casi, supera decisamente il 10%. Sulle colline di Fosdinovo viene raggiunta la massima altitudine della giornata, di poco superiore ai 700 metri di quota. L'itinerario consente di ammirare le principali bellezze naturali del nostro territorio, ovvero il Golfo della Spezia e le sue isole, la costa marina ligure-toscana, le Alpi Apuane e le montagne dell'Appennino Tosco-Emiliano. Da Castelnuovo Magra la vista spazia su tutta la vallata del Magra e sulla parte bassa della Val di Vara. Lungo il tragitto abbiamo la presenza di frane e smottamenti, causati da vari episodi di maltempo.

Si parte perciò dal centro storico di S.Stefano di Magra per viaggiare sulla Statale n° 62 della Cisa in direzione sud. Arrivati a Sarzana si prosegue sulla variante fino alla rotatoria dove è parcheggiato un aereo della Guardia Costiera (8° km + 310). Siamo alla confluenza con la variante della Statale N° 1 Aurelia, che imboccheremo in direzione di Carrara. Alla rotatoria di congiunzione col Viale XX Aprile (9° km + 560) tiriamo dritti, passiamo sotto il cavalcavia ferroviario per poi uscire dalla periferia sud della città (10° km + 300). Le strade per dirigersi verso Castelnuovo Magra sono varie. Noi, svoltando a sinistra, imbocchiamo la prima (12° km + 430) che ci porterà in località Colombiera per poi salire verso il centro storico del borgo. Siamo lungo la Via Provinciale e dopo qualche chilometro di pianura inizia l'ascesa della Carlotta, che non è proibitiva ma sicuramente impegnativa.

Circa a metà strada troviamo il bivio (14° km + 660) per scendere in località Molicciara dove invece sfiliamo sulla sinistra in direzione del borgo che dista poco più di un chilometro. Arrivati a Castelnuovo Magra (15° km + 870 - 180 metri di quota) ci colpisce subito lo stupendo panorama della Val di Magra e della bassa Val di Vara. Il centro storico del borgo ("Bandiera Arancione" del Touring Club Italiano) è tutto zona a traffico limitato, riservato ai residenti. Noi invece proseguiamo sulla più comoda Via Tra Le Mura che costeggia l'abitato fino ad arrivare nella zona del Castello. Questo ci consente di ammirare dall'alto i territori attraversati dal fiume Magra, il litorale costiero dei comuni di Ameglia e Sarzana e il Golfo dei Poeti con la sue isole.
 
 Il ciclismo nel sito
La prima corsa nel 1870 Giorni epici al Giro d'Italia Imprese di Fausto Coppi
Eventi e campioni dal 1949 Storia del Tour de France Il Giro della Lunigiana
 
Una volta giunti sulla sommità del borgo chi vuole può salire fino alla piazzetta del Castello dove c'è un parco con fontanella per rinfrescarsi. Un cartello segnaletico avvisa che l'acqua è filtrata e depurata per ridurre il cloro ed eliminare i sapori e gli odori sgradevoli. Conviene quindi fare rifornimento prima di iniziare la salita in direzione di Vallecchia (16° km + 730 - 343 metri di quota), frazione che dista dal capoluogo circa tre chilometri. La strada si inerpica sulla collina attraversando terreni quasi completamente destinati ad uliveto. L'olio extra-vergine prodotto da queste parti rappresenta un'eccellenza nel panorama ligure. Giunti nella piazzetta principale del paese (19° km + 510) la segnaletica ci indica di continuare sulla sinistra in direzione di Campocecina e Carrara.

Bisogna dire che la salita della Spolverina, lunga circa 4 km, è discretamente pedalabile fino agli ultimi 1200 metri che, invece, sono un vero e proprio muro. E' un punto per ciclisti esperti ed allenati, collocato per lo più nel comune di Fosdinovo, che attraversa la boscaglia e quindi l'asfalto, in particolari condizioni atmosferiche, può essere scivoloso oppure ricoperto di rami e foglie nonché pietrame trasportato dall'acqua piovana. Data l'elevata pendenza, soprattutto chi scende deve prestare molta attenzione. La notorietà della Spolverina è dovuta anche al fatto che è stata percorsa durante il Giro della Lunigiana. Considerate comunque che per raggiungere più agevolmente la Statale n° 446 dir. si può passare per Fosdinovo utilizzando l'itinerario MC4-N009, con identico chilometraggio.

La salita della Spolverina confluisce sulla Statale n° 446 dir di Fosdinovo (23° km + 420) dove bisogna proseguire sulla destra in direzione di Carrara. Siamo a poco meno di due chilometri dall'inizio (25° km + 120) della SP 10 che porta verso Marciaso (vedi foto di testa), Tenerano e Monzone. Nelle vicinanze c'è anche la diramazione che consente di salire sulle Alpi Apuane per raggiungere le pendici del Monte Sagro, che domina Carrara. Svoltiamo perciò sulla sinistra per imboccare la SP 10 che, inizialmente, ha un breve tratto in salita prima di addentrarsi in mezzo alla boscaglia. Ci troviamo in un'area subalpina a ridosso delle Apuane: abbiamo lasciato il mare per pedalare in mezzo ai monti. Il tratto stradale fino a Marciaso è abbastanza martoriato dalle ferite che il maltempo ha inferto al territorio e vede la presenza di due grosse frane della lunghezza di 200 metri (quella superiore) e 150 metri (quella inferiore).
 
ROMETTA - Treno in transito lungo la Ferrovia Aulla-Lucca
 
In questi punti le pareti a ridosso della carreggiata sono state consolidate avvolgendole con robuste reti metalliche, trattenute da grosse funi in acciaio. Nella frana più a valle, nel momento in cui si scrive non è ancora stato ripristinato l'asfalto e quindi transitiamo su un tratto di sterrato molto grossolano, dove è necessario viaggiare con prudenza. In alcuni punti la sede stradale è stata ridotta per consentire i lavori di rifacimento, alcuni dei quali sono ancora in corso come testimoniato dai mezzi operativi presenti nei cantieri.

Per il resto la SP 10 è molto larga e con l'asfalto in buone condizioni, insomma si viaggia bene. Oltrepassato Marciaso (31° km + 430 - 430 metri di quota) si scende ancora nel canalone prima che inizi la salita verso Cecina. Siamo in mezzo ai monti e gli spunti paesaggistici non presentano molte diversificazioni. Se non altro, come si usa dire, si respira aria buona. Arrivati a basso c'è un bivio (32° km + 920) dove la segnaletica ci indica di proseguire sulla sinistra. La pendenza della strada aumenta progressivamente fino a farsi molto dura. Ci sono alcuni tratti bel oltre un 10% e si fa molta fatica a salire. Ci troviamo al limite dell'area contigua al Parco Regionale delle Alpi Apuane e dobbiamo attraversare la dorsale collinare che ci separa dalla Valle del Lucido.

In poco meno di tre chilometri raggiungiamo il bivio di Cecina (408 metri di quota), distante qualche centinaio di metri dal paese, visibile più avanti. Seguendo la segnaletica, ci dirigiamo invece a sinistra verso Monzone, per salire e scendere lungo le colline che si affacciano sulla vallata sottostante. In circa tre chilometri raggiungiamo Campiglione (38° km + 720 - 397 metri di quota) dove terminano le nostre fatiche montane. La strada inizia infatti scendere in direzione della Pieve di Viano, intitolata a San Martino (39° km + 530). Arrivati ancora più in basso troviamo l'abitato di Colognola e quindi la confluenza (41° km + 810) con la strada che da Gragnola porta a Monzone ed Equi Terme.

Svoltiamo sulla sinistra e viaggiamo in discesa, in direzione di Gragnola (210 metri di quota), per dirigerci sull'argine del torrente Lucido dove ci si può ristorare con acqua di fonte. Per farlo si transita di fronte alla chiesa e si oltrepassa il ponticello in pietra. Il paesaggio è molto caratteristico per una sosta e si può ammirare anche il Castello dell'Aquila che sovrasta l'abitato dal culmine della sua collinetta. Passato il borgo di Gragnola (44° km + 430) imbocchiamo la vecchia strada per Gassano che scorre, sulla destra, sotto la collina, e che consente di raggiungere la locale stazione ferroviaria oppure di salire nel centro storico del borgo (47° km + 170 - 192 metri di quota). Ci troviamo sul tratto storico della Strada Regionale n° 445 della Garfagnana che confluisce sulla Statale n° 63 del Cerreto. Una volta arrivati all'incrocio (48° km + 590) si volta a sinistra in direzione di Aulla e si attraversano, in sequenza, i borghi di Rometta (52° km + 390), Serricciolo (54° km + 480) e Pallerone (57° km + 140). In quest'ultima località conviene attraversare il centro storico anziché procedere lungo la variante della zona industriale perché il fondo stradale è migliore e si incontreranno meno mezzi a motore,

Arrivati ad Aulla è quasi d'obbligo fermarsi a bere alla Fonte della Camilla posta all'inizio della strada che conduce a Bibola. Per arrivare a S.Stefano Magra (69° km) mancano ancora 8 chilometri, 5 dei quali nella zona delle "lame" che, soprattutto nelle serate festive, vede un intenso traffico dovuto ai rientri delle gite fuori porta. Durante il transito In località Bettola di Caprigliola si può ammirare il nuovo ponte sul Magra che consente di spostarsi verso Val di Magra, Val di Vara e La Spezia.
 
BETTOLA DI CAPRIGLIOLA - Il nuovo ponte sul Magra dietro le macerie di quello vecchio
 
NOTE AGGIUNTIVE - Quando si transita dalla Bettola di Caprigliola è possibile ammirare il nuovo ponte stradale sul fiume Magra (vedi foto sopra), che è stato inaugurato in data 30 aprile 2022. La struttura, che è stata costruita in 13 mesi ed è costata circa 13 milioni di euro, sostituisce quella in cemento armato crollata l'8 aprile 2020. L'opera è composta da quattro campate per uno sviluppo complessivo di 288 metri; il traffico si svolge su due corsie, ognuna delle quali misura 3,5 metri. La sede stradale è completata da due banchine laterali della misura di 1,5 metri. Su entrambi i lati sono allestite due piste ciclopedonali che portano la larghezza totale a quasi 17 metri.
L'impalcato, realizzato con travi in acciaio, presenta un'altezza variabile unitamente ad una soletta superiore costruita in cemento armato. La ricostruzione è stata demandata ad ANAS, l'Azienda Nazionale Autonoma delle Strade, società del Gruppo Ferrovie dello Stato, che sovraintende alla gestione di strade ed autostrade.
Castelnuovo Magra fu la capitale politica e religiosa dell'antico dominio del vescovo di Luni. Di quel vetusto splendore sono ancora oggi testimonianza i sontuosi resti del Castello, che risale al XIII secolo e che è possibile ammirare al culmine della Piazza Querciola. Questo spiazzo un tempo era usato dalle massaie castelnovesi per stendervi i panni del bucato, sopra lunghe corde, tese tra le varie piante di leccio. In quell'epoca la piazza era pavimentata con terra battuta ed, a volte, serviva anche per far essiccare il fieno o per esporre al sole grano e granoturco, accuratamente stesi su grandi teli.
Il borgo storico murato, a struttura lineare, si sviluppa lungo un colle ed offre ai turisti, oltre al castello, numerosi motivi di attrazione tra cui i palazzi signorili del Sei-Settecento che si succedono lungo le vie principali. Queste dimore sono caratterizzate da una certa imponenza e ricercatezza architettonica poiché in paese risiedevano molte famiglie nobili e/o agiate, proprietarie di terreni coltivati, di oliveti, di vigneti (dalle cui uve si ottiene tuttora il rinomato vino Vermentino), di boschi sulle colline lunensi e altri appezzamenti terrieri nella vallata del Magra.
 
Legenda degli itinerari:
PERCORSO LC3-N001 ●  S.Stefano di Magra, Ceparana, Piano di Madrignano, Padivarma, Ponte del Ramello, Memola, Pignone, Cinque Terre, Golfo della Spezia, La Spezia, Buonviaggio, Bottagna, Ceparana, S.Stefano di Magra (Km totali 83)
PERCORSO LC4-N001 ●  S.Stefano di Magra, Sarzana, Ponte della Colombiera, Ameglia, Montemarcello, Serra di Lerici, Lerici, San Terenzo, Pitelli, Baccano di Arcola, Termo della Spezia, Fornola di Vezzano Ligure, Vezzano Ligure, Buonviaggio, Bottagna, Pian di Follo, Follo Alto, Tivegna, Piana Battolla, Pian di Madrignano, Ceparana, S.Stefano di Magra (Km totali 82)
PERCORSO LC4-N002 ●  Santo Stefano di Magra, Aulla, Terrarossa, Villafranca in Lunigiana, Sorano, Scorcetoli, Pontremoli, Mignegno, Molinello, Casalina Valdantena, Groppodalosio, Pracchiola, ritorno verso Pontremoli, SS Annunziata, Ponte Teglia, Arpiola, Groppoli, Ponte Magra, Lusuolo, Barbarasco, Terrarossa, Aulla e rientro a S.Stefano di Magra (km totali 92)
PERCORSO LM4-N001 ●  Santo Stefano di Magra, Aulla, Gassano, Gragnola, Casola in Lunigiana, Passo dei Carpinelli, Piazza al Serchio, Lago di Gramolazzo, Ugliancaldo, Gragnola, Aulla, Santo Stefano di Magra (Km totali 102)
PERCORSO LM4-N002 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Terrarossa, Villafranca in Lunigiana, Arpiola, Ponte Teglia, SS Annunziata, Pontremoli, Grondola, Passo del Brattello. Nel tornare indietro, da Pontremoli si percorre la SS 62 della Cisa attraversando Filattiera, Villafranca, Terrarossa, Aulla prima di far ritorno a S.Stefano di Magra (km totali 103)
PERCORSO LM5-N001 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Monti, Licciana Nardi, Tavernelle, Passo del Lagastrello, Rigoso. Nel tornare indietro da Monti di Licciana si percorre la SP 55 che passa per Costamala ed arriva al Masero di Terrarossa. Per raggiungere il centro storico di Aulla si utilizza la ciclabile della Via Francigena e poi si rientra a S.Stefano di Magra (Km totali 85)
PERCORSO MC3-N001 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Gassano, Gragnola, Casola in Lunigiana, Vigneta, Reusa, Terenzano, Fivizzano, Posara, Moncigoli, Soliera, Rometta, Pallerone, Aulla e ritorno a S.Stefano di Magra (Km totali 72)
PERCORSO MC3-N002 ●  S.Stefano di Magra, Passerella Viadotto A15, Fornola, Bottagna, Variante Zona Industriale Ceparana, Piano di Madrignano, Cavanella Vara, Stadomelli, Ponte del Ramello, Oltre Vara, Padivarma, Pian di Barca, Riccò del Golfo, San Benedetto, Foce della Spezia, Valdurasca, Pian di Follo, Bottagna e rientro a S.Stefano in senso inverso all'andata (Km totali 65)
PERCORSO MC3-N003 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Pallerone, Serricciolo, Rometta, Gassano, Gragnola, Variante panoramica sulla riva sinistra del Lucido, Monzone, Equi Terme. Si rientra poi per Monzone, Mezzana, Codiponte, Gragnola, Gassano, Rometta, Serricciolo, Olivola, Quercia di Aulla, Aulla, S.Stefano di Magra (Km totali 73)
PERCORSO MC3-N004 ●  S.Stefano di Magra, Passerella Viadotto A15, Fornola, Bottagna, Variante Zona Industriale Ceparana, Piano di Madrignano, Padivarma, Borghetto Vara, Casale di Pignone, Pignone, Pian di Barca, Padivarma, Piano di Madrignano, Piana Battolla, Pian di Follo, Bottagna e rientro a S.Stefano di Magra in senso inverso all'andata (Km totali 74)
PERCORSO MC3-N005 ●  Santo Stefano di Magra, Aulla, Terrarossa, Villafranca in Lunigiana, Filetto, Bagnone, Treschietto, Vico, Corlaga, Bagnone, Villafranca in Lunigiana, Ponte Magra, Lusuolo, Barbarasco, Terrarossa, Aulla e rientro a Santo Stefano di Magra (km totali 63)
PERCORSO MC4-N001 ●  S.Stefano di Magra, Sarzana, Ponte della Budella, Carignano, Passo del Cucco, Ceserano, Fivizzano, Castello della Verrucola, Fivizzano, Posara, Moncigoli, Soliera, Rometta, Serricciolo, Olivola, Quercia di Aulla, Aulla, S.Stefano di Magra (Km totali 76)
PERCORSO MC4-N002 ●  S.Stefano di Magra, Ceparana, Piano di Madrignano, Padivarma, Bracelli, Pignone, Casale di Pignone, Borghetto Vara, Termine di Roverano, Santuario di Roverano, Bivio per la Statale n. 566, Brugnato, Borghetto Vara, Padivarma, Piano di Madrignano, Piana Battolla, Pian di Follo, Ceparana, S.Stefano di Magra (Km totali 79)
PERCORSO MC4-N003 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Terrarossa, Barbarasco, Corneda, Groppo, Giovagallo, Tavella, Novegigola, Passo dei Solini, Montedivalli, Piano di Madrignano, Piana Battolla, Pian di Follo, Piano di Valeriano, Bottagna, Fornola, Passerella Autostrada A15 e rientro a S.Stefano di Magra (km totali 55)
PERCORSO MC4-N004 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Terrarossa, Barbarasco, Corneda, Tresana, Lorenzana, Popetto, Pieve di Castevoli, Canossa, Ponte Magra, Villafranca, Piano di Virgoletta, Merizzo, Amola, Monti di Licciana, Masero di Terrarossa, Aulla e rientro a S.Stefano di Magra (km totali 58)
PERCORSO MC4-N005 ●  S.Stefano di Magra, Ciclabile del Canale Lunense, Sarzana, Ponte della Budella, Carignano, Canepari, Ponzanello, Pallerone, Serricciolo, Piano di Collecchia, Bigliolo, Pontebosio, Monti di Licciana, Masero di Terrarossa, Aulla e rientro a S.Stefano di Magra (Km totali 64)
PERCORSO MC4-N006 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Terrarossa, Barbarasco, Corneda, Groppo di Tresana, Incrocio con l'Alta Via dei Monti Liguri, Area del Passo Alpicella, Santa Maria di Calice, Calice al Cornoviglio, Pantanelli, Pianaccia, Piano di Madrignano, Ceparana, Piano di Valeriano, Bottagna, Fornola di Vezzano Ligure, Passerella dell'Autostrada A15 e rientro a S.Stefano di Magra (km totali 56)
PERCORSO MC4-N007 ●  S.Stefano di Magra, Passerella Viadotto A15, Fornola, Bottagna, Ceparana, Albiano Magra, Tirolo, Bolano, Podenzana, Aulla, Bibola, Vecchietto, Pomarino, Stazione Ferroviaria Aulla-Lunigiana, Aulla centro e rientro a S.Stefano di Magra (Km totali 57)
PERCORSO MC4-N008 ●  S.Stefano di Magra, Ponzano Magra, Sarzana, Marinella di Sarzana, Marina di Carrara, Carrara, Bedizzano, Colonnata e rientro per Bedizzano, Ponte di Ferro, Carrara Via Carriona, Carrara Viale XX Settembre, Statale n° 1 Aurelia fino a Sarzana, Sarzana Via San Francesco, Via Falcinello, Via Lago, Via Cisa Vecchia, Ponzano Magra, Zona Industriale di S.Stefano Magra, S.Stefano di Magra (Km totali 69)
PERCORSO MC4-N009 ●  Santo Stefano di Magra, Sarzana, Ponte della Budella, Giucano, Fosdinovo, La Foce, Marciaso, Tenerano, Monzone, Gragnola, Rometta, Serricciolo, Pallerone, Aulla e rientro a Santo Stefano di Magra (Km totali 70)
PERCORSO MC4-N010 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Pallerone, Canova di Aulla, Ceserano di Fivizzano, Bardine di San Terenzo, Posterla, Marciaso, Tenerano, Monzone, Mezzana, Codiponte, Gragnola, Gassano, Rometta, Serricciolo, Pallerone, Aulla e rientro a S.Stefano di Magra (Km totali 71)
PERCORSO MC5-N010 ●  S.Stefano di Magra, Sarzana, Colombiera, Castelnuovo Magra, Vallecchia, SS 446 dir. di Fosdinovo, Marciaso, Cecina, Campiglione, Colognola, Gragnola, Gassano, Rometta, Serricciolo, Pallerone, Aulla e rientro a S.Stefano di Magra (Km totali 69)
PERCORSO MM4-N001 ●  S.Stefano di Magra, Aulla, Pallerone, Serricciolo, Rometta, Gassano, Gragnola, Variante panoramica sulla riva sinistra del Lucido, Monzone, Monzone Alto, Vallone della Canalonga, Vinca. Si rientra poi, in senso inverso, fino a S.Stefano di Magra (Km totali 73)
PERCORSO CC3-N001 ●  Santo Stefano di Magra, Ciclabile del Canale Lunense, Via Lago, Via Falcinello, Falcinello, Ponzano Superiore, Caprigliola, Bettola di Caprigliola e rientro a Santo Stefano di Magra (Km totali 22)
PERCORSO CP2-N001 ●  S.Stefano di Magra, Ciclabile del Canale Lunense, Sarzana, Ponte della Budella, Via Falcinello, Via Lago, Via Cisa Vecchia, Ponzano Belaso, Zona Industriale di S.Stefano Magra, S.Stefano di Magra (Km totali 22)
 
 www.toltedalcassetto.it  - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
Home Page del sito Photo Magazine Prima Pagina Site Maps