Logo del sito "Tolte dal Cassetto"

Finestre fotografiche su Liguria e Toscana

Alpi Apuane

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP

 
 
QUI TOURING del gennaio 1972 - Copertina dedicata al primo anno di vita della rivista

PRIMA PAGINA

<<

Archivio di grandi eventi
nazionali ed internazionali,
inchieste, reportages su
quotidiani e riviste celebri

 

FINESTRE APERTE
SUL TERRITORIO

Elenco puntato - Genova  GENOVA

Il capoluogo della Liguria
ha il centro storico più grande
d'Europa. Nel 2004 è stata la
"Capitale Europea della Cultura"...

Elenco puntato - Euroflora  EUROFLORA

In primavera, ogni 5 anni,
alla Fiera di Genova va in scena
lo spettacolo dei fiori per eccellenza.
I giardini più belli del mondo...

Elenco puntato - Via Francigena  VIA FRANCIGENA

Col Giubileo del 2000 è stata
definitivamente rivalutata
la via di Sigerico, che i pellegrini
percorrevano a piedi fino a Roma,
in segno di pentimento...

Elenco puntato - Parco del Magra  PARCO DEL MAGRA

A Gennaio 2008 il Parco Naturale
Regionale del Magra è il territorio
eco-certificato più esteso d'Europa...

Elenco puntato - Golfo della Spezia  GOLFO DELLA SPEZIA

Tra la punta di Portovenere e il Capo Corvo si apre una delle più profonde insenature di tutto il litorale occidentale italiano, declamata nei versi di illustri poeti e nella quale è incastonata La Spezia, città sede di porto militare e mercantile, che oggi è anche punto di attracco per le navi da crociera...

Elenco puntato - Le Cinque Terre  LE CINQUE TERRE

Cinque borghi marinari il cui destino è sempre stato storicamente legato alla terra e all'agricoltura piuttosto che alla pesca. Un paradiso naturale della Liguria che nel 1997 è stato inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità...

Elenco puntato - La Val di Magra  LA VAL DI MAGRA

Nobili, vescovi, mercanti e pellegrini
lungo l'asse della Via Francigena.
Culture differenti per storia e tradizioni,
nei secoli, si sono sovrapposte
e hanno permeato il territorio con
i segni del loro passaggio...

Elenco puntato - La Val di Vara  LA VAL DI VARA

La "Valle dei borghi rotondi"
è anche conosciuta come
la "Valle del biologico" per le sue
produzioni agricole ottenute con
metodi antichi e naturali.
Varese Ligure nel 1999 è stato il
1° comune ecologico d'Europa...

Elenco puntato - La Lunigiana  LA LUNIGIANA

La "Terra della Luna", in Italia,
ha la più alta concentrazione di
antichi castelli. Se ne contano
circa 160. Alcuni sono bellissimi e perfettamente conservati...

 
 
 
 

Fotografie © GIOVANNI MENCARINI

 

Sfondi per desktop

  ALPI APUANE - Panorama dalla Cava Romana

La Cava Romana

  ALPI APUANE - Crinale delle montagne a Campocecina

Campocecina

 
TORANO  il paese degli artisti
TORANO - Panorama notturno durante la rassegna d'arte "Notte e Giorno" quando le montagne retrostanti sono illuminate da potenti fari

Blocco Notes

Rassegna d'arte "Notte e Giorno"
A Torano, borgo di cavatori tra i più tipici delle Alpi Apuane, nel mese di agosto si vive la magia di una festa che vede come protagonista principale l'arte con un corollario di eventi musicali, spettacoli e serate speciali dedicate alla cultura, allo svago e alla degustazione dei piatti tipici locali.
"Torano Notte e Giorno", questo è il nome della manifestazione diretta da Emma Castè e promossa dal comitato Pro Torano che ha visto coinvolti 27 artisti, tra italiani e stranieri, le cui opere (un centinaio) sono state disseminate nelle viuzze, nelle piazzette, nei fondi e nelle cantine del borgo dove è tuttora palpabile la storia legata al marmo e alle cave.
Gli artisti partecipano alla manifestazione attraverso un invito personale del Direttore Artistico oppure iscrivendosi al "Premio d'Arte Franco Borghetti", in ogni caso sostenendo una selezione tenuta dal Comitato Pro Torano e dalla Direzione Artistica.
La diciannovesima edizione dell'evento, in programma dal 27 luglio al 13 agosto 2017, è stata patrocinata dal Comune di Carrara, Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Camera di Commercio di Massa Carrara e Consiglio della Regione Toscana.
La scenografia che fa da contorno alla mostra espositiva viene tradizionalmente realizzata dal Comitato Pro Torano con il coinvolgimento di tutto il nucleo sociale del paese. Quest'anno era ispirata a "Madre Natura" con l'intento di provare ad ascoltare i segnali di disagio che la stessa ci sta inviando. Nonostante la Terra sia afflitta da pesanti problematiche l'uomo infatti continua a fare orecchie da mercante, sottovaluta le mutazioni che sono in atto e contribuisce al disfacimento dell'ecosistema in cui vive.
NOTTE E GIORNO 2017 - Scultura in marmo bianco "Uccello in posa" di Sylvia Loew NOTTE E GIORNO 2017 - Scultura"L'ultima cena" di Marco Geloni NOTTE E GIORNO 2017 - Particolare dell'esposizione "Les Symboles de L'Amour" dell'artista genovese Kuky
Sulla scalinata della chiesa era presente una grande installazione di denuncia per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'emergenza del fenomeno dell'immigrazione. "Fratelli di mare e di terra", opera di Michele Monfroni, è un memoriale per tutti i profughi che non ce l'hanno fatta a raggiungere la salvezza attraversando il mar Mediterraneo.
Con questo lavoro l'artista di Carrara si è aggiudicato, per la seconda volta consecutiva, il "Premio Franco Borghetti", giunto alla IV edizione, che è stato indetto con lo scopo di ricordare chi, come gli artisti presenti, ha sentito la necessità di valorizzare il proprio territorio, ricostruendone la storia artistica, anche attraverso un progetto pioniere delle attuali manifestazioni artistiche.
Grafica titolo testo  EDIZIONE 2019: l'esistenza dei "lesseri umani"

La ventunesima edizione di "Torano Notte e Giorno" ha avuto luogo dal 24 luglio al 13 agosto. Sul palcoscenico allestito nel piccolo paese ai piedi delle Alpi Apuane sono saliti 27 artisti di varie nazionalità portandosi appresso un centinaio di opere. Come sempre hanno fatto da corollario all'evento spettacoli, dibattiti, musica live, proiezioni cinematografiche e serate gastronomiche.
Il marmo, fonte di vita per il comprensorio, è stato naturalmente presente in forme e quantità varie senza dimenticare però che la prerogativa della mostra open-air è la libertà di espressione, un inesauribile contenitore di messaggi, tecniche e riflessioni. Ecco quindi che gli artisti presenti hanno fatto uso per i loro lavori di celluloide, ferro, legno, plastica, murales, fotografie e video proiezioni.
Beatrice Gallori ha firmato un'opera installazione che poneva l'accento sulla lotta contro la violenza di genere ed il femminicidio, tema presente anche nel progetto di Emma Casté "Sporcami l'Anima" che ha visto l'esposizione in alcune vie del borgo di una serie di immagini realizzate dalla fotografa Giulia Guadagni.
La rassegna registra una piccola contrazione nel numero delle adesioni ma cresce dal punto di vista qualitativo come certificato dalla presenza di nomi già affermati in ambito nazionale ed internazionale.
Quest'anno il Premio d'arte Franco Borghetti era incentrato sulla sopravvivenza umana, sulle condizioni esistenziali dei "lesseri umani" (da lesser celandine, una pianta capace di resistere anche in ambienti climaticamente molto critici), rimarcando il fatto che, nel sua breve vita, l'Uomo ha bisogno di ritrovarsi su questa zattera chiamata Mondo. La sesta edizione è stata vinta dall'artista argentino Pablo Damian Cristi che ora vive e lavora a Carrara ed ha presentato la scultura in legno "Re - Velos", già premiata in Uruguay.

Alcuni artisti presenti a TORANO NOTTE E GIORNO 2019
Elenco puntato link  Christel Jonsson Elenco puntato link  Emanuele Giannelli Elenco puntato link  Carlo Galli
Elenco puntato link  Eleonora Pellegri Elenco puntato link  Castè e Guadagni Elenco puntato link  Maicol Borghetti
Elenco puntato link  Michele Gasparotti Elenco puntato link  Pablo Damian Cristi Elenco puntato link  Ilaria Bertagnini
Elenco puntato link  Michele Monfroni Elenco puntato link  Carmen Bertacchi Elenco puntato link  Claudio Bertucci
Elenco puntato link  Beatrice Gallori Elenco puntato link  Emiliano Tognocchi Elenco puntato link  Andrea Andrei
Elenco puntato link  Mega Stone Factory Elenco puntato link  Giovanni Da Monreale Elenco puntato link  Niccolò Garbati
 
Grafica titolo testo  EDIZIONE 2018: il marmo torna protagonista

Con le celebrazioni per i 500 anni dalla venuta in Versilia di Michelangelo Buonarroti il marmo ha avuto un ruolo da protagonista anche a Torano. Una trentina di artisti hanno interpretato questo materiale tra tradizione e modernità esponendo le loro opere nelle piazzette, nei vicoli e nelle cantine del borgo.
Nel paese dei cavatori il marmo è ritornato alle sue origini per parlare di arte, cultura e socialità. L'edizione numero 20 della rassegna d'arte contemporanea promossa dal Comitato Pro Torano, con la direzione artistica di Emma Casté, ha avuto luogo dal 26 luglio al 13 agosto.
La mostra open-air, come da tradizione, ha ospitato il Premio Franco Borghetti (uno dei padri fondatori dell'evento) giunto nel 2018 alla quinta edizione. La giuria ha voluto premiare ex aequo due rappresentanti del gentil sesso, l'artista dell'Azerbaijan Aidan Salakhova che lavora negli studi della Cooperativa Scultori di Carrara (Polo d'Arte San Martino) e la poliedrica artista romana Silvia Scaringella. Per partecipare era necessario lavorare il marmo proveniente esclusivamente dalle cave del bacino apuo-versiliese.
Nel vasto programma della manifestazione anche un ciclo di incontri culturali, organizzati assieme alla direzione del Premio letterario San Domenichino di Massa.

Alcuni artisti presenti a TORANO NOTTE E GIORNO 2018
Elenco puntato link  Aidan Salakhova Elenco puntato link  Enzo Marco Elenco puntato link  Valente Cancogni
Elenco puntato link  Paolo Ulian Elenco puntato link  Michele Bertellotti Elenco puntato link  Giovanni Balderi
Elenco puntato link  Pablo Damian Cristi Elenco puntato link  Antonacci e Mariotti Elenco puntato link  Silvia Scaringella
Elenco puntato link  Francesca Maggiani Elenco puntato link  Paolo Torri Elenco puntato link  Emma Castè
Elenco puntato link  Luciano Monfroni Elenco puntato link  Mosaici Favret Elenco puntato link  Atelier Carrara
Elenco puntato link  Michele Monfroni Elenco puntato link  Nicola Moracchioli Elenco puntato link  Clara Mallegni
Elenco puntato link  Michelle Koru Elenco puntato link  Luciana Bertaccini Elenco puntato link  Selene Frosini
 
● Spigolature sulla mostra
Una domenica pomeriggio, lungo il percorso espositivo, abbiamo incontrato una persona nativa del borgo ma ormai residente all'estero da molti anni. Come tanti altri emigranti, durante il periodo estivo fa ritorno in Italia per trascorrere le vacanze.
Anche lui, ovviamente, segue la manifestazione e, tornando indietro nel tempo, poneva l'accento sul fatto che nelle prime edizioni di Notte e Giorno le opere presentate avevano come materia principale il marmo che, invece, è stato il grande assente (giustificato) di quest'ultima esposizione.
Il motivo è presto detto: la dedica della mostra a Madre Natura e alle sue problematiche ha logicamente richiamato a Torano un buon numero di artisti (ecologisti) che per dare vita ai propri lavori fa uso anche di materie povere o oggetti di recupero.
Purtroppo uno dei mali principali che affliggono la Terra è il fatto che gli umani producono troppi rifiuti. Gli oggetti diventano obsoleti in brevissimo tempo e lo spazio per stivarli è sempre più piccolo.
Come conseguenza le discariche terrestri non bastano più e gli oceani sono pieni di plastica che se assorbita dai pesci o da altri esemplari marini può alterare il loro ciclo riproduttivo e finire anche nella nostra catena alimentare.
NOTTE E GIORNO 2017 - Scorcio sui dipinti costituenti "Natura immateriale" dell'artista Piero Scandura NOTTE E GIORNO 2017 - La scritta "TORANO" posta all'ingresso del paese e realizzata con fiori artificiali NOTTE E GIORNO 2017 - Scultura "La semina" di Sabina Feroce realizzata con carta e pasta di carta su metallo, su legno, pastelli e acrilici
Le immagini raccolte parlano da sole e dicono che l'arte di Notte e Giorno 2017 ci ha trasmesso un messaggio subliminale importante: dobbiamo consumare meglio e riciclare i nostri rifiuti. Questa è la ricetta base per la nostra futura salvezza...
Su questo tema, per esempio, si esprime da anni uno degli artisti partecipanti, il maestro d'arte Paolo Ceccon di Albenga, il quale nella sua "Hydropolis" concentra un esercito di «pesci meccanici» che sono realizzati con materiali rinvenuti sulle spiagge. In una recensione che lo riguarda si legge: "anche l'arte può aiutare a comprendere come ogni oggetto possa essere riportato a nuova vita e dotato di nuova anima se manipolato creativamente e utilizzato in un contesto diverso da quello originario... Riciclo e riuso, oltre a dar vita a nuovi oggetti, riducono spreco, consumo energetico e inquinamento: anche dai rifiuti si è in grado di ricreare bellezza!".
Anche l'opera "Tanica on the beach" di Consuelo Zatta rappresenta molto bene il disagio del mare che purtroppo viene continuamente utilizzato dagli umani come un'enorme discarica. Il contenitore rinvenuto sulla battigia è stato completato con una figura creata appositamente con materiali di recupero (carta, colla e ferro) per dimostrare che solo con un atteggiamento di maggiore consapevolezza si possono eliminare definitivamente le cattive abitudini.
L'installazione "La trasvolata delle parole" è stata eseguita dal Direttore artistico del Premio letterario nato nel 1958 a Marina di Massa presso la Chiesa francescana San Domenichino in virtù del gemellaggio con la manifestazione "Torano Notte e Giorno".
Gli abitanti di Torano invece hanno contribuito a dar vita all'opera "Crescere Insieme", realizzata con il concorso di tutti gli associati di Arte Nuova Carrara, per comunicare che l'arte è qualcosa da condividere.
Relativamente alle location delle opere in esposizione abbiamo rilevato che sono state via via eliminate quelle più periferiche dove l'afflusso di visitatori è probabile fosse minore, come nella zona dell'antico lavatoio.
La gente infatti si dirige maggiormente verso il cuore del centro storico dove è possibile anche ascoltare musica e degustare i prodotti tipici locali.
Nel programma 2017 erano compresi anche spettacoli di magia per grandi e piccini, dimostrazioni di fitness & hip hop dance e rappresentazioni comico/teatrali.
Chi voglia in futuro visitare la rassegna è consigliabile che lo faccia nelle ore serali o notturne in quanto i colori delle luci artificiali conferiscono alle opere esposte e al paese un'atmosfera particolare e anche perché durante il giorno fondi, cantine e altri locali espositivi rimangono chiusi.
● Diecimila papaveri di tulle per la XVIII edizione
"Torano Notte e Giorno" nel 2016 è giunta alla diciottesima edizione ed ha proposto una sorprendente varietà di forme, linguaggi e tecniche, frutto del lavoro e della creatività di 31 artisti italiani e stranieri e delle loro opere. Tutti i residenti si sono adoperati per rendere più bello ed accogliente il loro paese; i cuochi volontari hanno preparato piatii gustosi e li hanno offerti con ospitalità semplice e vera, dimostrando grande maestria nell'arte culinaria.
Il percorso espositivo della rassegna d'arte contemporanea è stato segnalato con l'apposizione di 10 mila papaveri di tulle, realizzati dal Comitato organizzatore Pro Torano. Il papavero è da sempre il fiore associato alle battaglie per i diritti delle donne ed al femminicidio: quelle vite maltrattate e spezzate che sono emerse nei ritratti crudi in esposizione di Mina Bahiraee.
E' dal 2013 che Torano ha iniziato un percorso di sensibilizzazione e di decuncia contro la violenza di ogni genere. Per questo motivo anche la scalinata della chiesa era coperta da un " red carpet".
L'artista locale Michele Monfroni ha installato in Piazza Ammiraglio 8 sculture, tra le quali una (Verità Nascoste) era ispirata allo scottante tema del terrorismo.
Tra i lavori più appariscenti la testa mozzata da una ghigliottina, scultura in marmo di Massimiliano Roncatti, i quadri di Monica Spicciani, i gechi di Giancarlo Pardini, l'installazione " Ophelia", omaggio a William Shakespeare di Ilaria Bertagnini Adrastea, un'opera sicuramente originale ed accattivante anche se un po' funerea, soprattutto se visionata nelle ore notturne. Un'impressione che qualcuno dei presenti ha voluto riportare anche nel diario contenente le firme dei visitatori, alcune delle quali accompagnate appunto da commenti e suggerimenti per l'artista..
All'ingresso del borgo si veniva accolti da una monumentale figura equestre scolpita in marmo bianco e di proprietà della ditta Franco Petacchi.
 

Close Up

Fotografie, eventi, turismo,
storia e news del territorio...

Le Alpi Apuane
Originano da movimenti tettonici del fondo marino e sono prevalentemente costituite di roccia (il notissimo marmo bianco). I calcari risalgono ad almeno 250 milioni di anni fa e ne fanno un "monumento geologico" unico al mondo...

Grafica elenco puntato link

Liguri Apuani e Statue Stele
Le radici più profonde delle
comunità lunigianesi affondano
fino alle soglie della protostoria.
Mari e monti un tempo erano
occupati dalla bellicosa
popolazione dei Liguri Apuani...

Grafica elenco puntato link

Carta della Lunigiana Storica
Una cartina mostra il
territorio, un tempo abitato dai
bellicosi Liguri Apuani, da dove
parte questo sito...

Grafica elenco puntato link

Le vie di pellegrinaggio
I pellegrinaggi a Gerusalemme iniziarono già dai primi secoli dopo la morte di Cristo. La via Francigena non vide solo il passaggio di pellegrini ma anche di viandanti, militari e mercanti che misero a confronto la loro cultura con quella dei territori attraversati...

Grafica elenco puntato link

Ferrovia Aulla-Lucca
Il fascino dei treni d'epoca
e delle locomotive a vapore

Grafica elenco puntato link

Ferrovia Pontremolese
Una linea di vitale importanza
per La Spezia e la Lunigiana

Grafica elenco puntato link

Antiche ricette in Lunigiana
Piatti prelibati di una cucina essenziale, ma non per questo meno saporita. Cibi dal sapore antico che tornano ad imbandire le nostre tavole dopo essere stati riscoperti a nuova vita.

Grafica elenco puntato link

Pietrasanta città d'arte
Città a vocazione turistica, Pietrasanta è considerata il capoluogo storico della Versilia e la capitale della lavorazione artistica del marmo.

Grafica elenco puntato link

CIBART a Seravezza
Il 31 luglio 2016 è approdato a
Seravezza un nuovo format nel
quale il cibo e l'arte sono stati
legati assieme con lo scopo
preciso di valorizzare la città
come centro creativo e vitale...

Grafica elenco puntato link

Illustri scultori a Carrara
Statue e monumenti in marmo
bianco che si ammirano in molte
città italiane e straniere sono
spesso opera di scultori di
Carrara o di artisti che in questa
città appresero l'arte dello scalpello...

Grafica elenco puntato link

Nubifragio del 25/10/2011
Un evento atmosferico di eccezionale portata ha dato luogo a forti precipitazioni nel Levante ligure e nell'alta Toscana. Come conseguenza, le esondazioni di canali, torrenti e fiumi hanno originato una vera e propria apocalisse...

Grafica elenco puntato link
 
 
 
 

Foto del borgo

 
TORANO - Panorama del centro storico

Panorama

 
TORANO - Visione notturna di Salita Antonio Pacinotti

Salita Pacinotti

 
TORANO - Antico lavatoio in Via Carriona

Antico lavatoio

 
TORANO - Piazza Guido Manfredi

Piazza Manfredi

 
TORANO - La Buca di Ravaccione (cava di marmo n.44)

Buca di Ravaccione

 
TOLTE DAL CASSETTO - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
19037 Santo Stefano di Magra - LA SPEZIA  IT
   

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP