Logo del sito "Tolte dal Cassetto"

Finestre fotografiche su Liguria e Toscana

Val di Vara

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP

 
  QUI TOURING dell'ottobre 1972 - Copertina con interrogativo: "E' ancora possibile salvare la natura ?"

PRIMA PAGINA

<<

Archivio di grandi eventi
nazionali ed internazionali,
inchieste, reportages su
quotidiani e riviste celebri

 

FINESTRE APERTE
SUL TERRITORIO

Elenco puntato - Genova  GENOVA

Il capoluogo della Liguria
ha il centro storico più grande
d'Europa. Nel 2004 è stata la
"Capitale Europea della Cultura"...

Elenco puntato - Euroflora  EUROFLORA

In primavera, ogni 5 anni,
alla Fiera di Genova va in scena
lo spettacolo dei fiori per eccellenza.
I giardini più belli del mondo...

Elenco puntato - Via Francigena  VIA FRANCIGENA

Col Giubileo del 2000 è stata
definitivamente rivalutata
la via di Sigerico, che i pellegrini
percorrevano a piedi fino a Roma,
in segno di pentimento...

Elenco puntato - Parco del Magra  PARCO DEL MAGRA

 A Gennaio 2008 il Parco Naturale
Regionale del Magra è il territorio
eco-certificato più esteso d'Europa...

Elenco puntato - Golfo della Spezia  GOLFO DELLA SPEZIA

Tra la punta di Portovenere e il Capo Corvo si apre una delle più profonde insenature di tutto il litorale occidentale italiano, declamata nei versi di illustri poeti e nella quale è incastonata La Spezia, città sede di porto militare e mercantile, che oggi è anche punto di attracco per le navi da crociera...

Elenco puntato - Le Cinque Terre  LE CINQUE TERRE

Cinque borghi marinari il cui destino è sempre stato storicamente legato alla terra e all'agricoltura piuttosto che alla pesca. Un paradiso naturale della Liguria che nel 1997 è stato inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità...

Elenco puntato - La Val di Magra  LA VAL DI MAGRA

Nobili, vescovi, mercanti e pellegrini
lungo l'asse della Via Francigena.
Culture differenti
per storia e tradizioni,
nei secoli, si sono sovrapposte
e hanno permeato il territorio con
i segni del loro passaggio...

Elenco puntato - La Val di Vara  LA VAL DI VARA

La "Valle dei borghi rotondi"
è anche conosciuta come
la "Valle del biologico" per le sue
produzioni agricole ottenute con
metodi antichi e naturali.
Varese Ligure nel 1999 è stato il
1° comune ecologico d'Europa...

Elenco puntato - La Lunigiana  LA LUNIGIANA

La "Terra della Luna", in Italia,
ha la più alta concentrazione di
antichi castelli. Se ne contano
circa 160. Alcuni sono bellissimi e perfettamente conservati...
 

Close Up

Argomenti in primo piano,
news, eventi e storia del territorio

Vini DOCdelle Cinque Terre
Insieme all'ulivo, la vite è la coltura più antica della Liguria. Il fiore all'occhiello della regione sono i vini delle Cinque Terre, ai quali toccano le prime citazioni storiche, risalenti ai tempi dei romani...

Grafica elenco puntato link

Antiche ricette in Lunigiana
Piatti prelibati di una cucina
essenziale, ma non per questo
meno saporita. Cibi dal sapore
antico che tornano ad imbandire
le nostre tavole dopo essere stati
riscoperti a nuova vita...

Grafica elenco puntato link

Prodotti naturali del bosco
In Lunigiana sono molte le
risorse naturali che «madre
terra» dispensa a tutti i residenti.
I boschi pullulano di funghi,
castagne, piante officinali...

Grafica elenco puntato link

Le Strade del Miele
Un progetto pilota, in linea con quelle che sono le politiche agricole dell'Unione Europea, è stato inaugurato nel 2010 dai comuni di Calice al Cornoviglio (Val di Vara), Tresana e Mulazzo (Lunigiana). Si tratta della prima "Strada del Miele", uno degli itinerari che verranno realizzati per valorizzare questo prodotto tipico che in Lunigiana, dal 2004., ha il marchio DOP...

Grafica elenco puntato link

Carta della Lunigiana Storica
Una cartina con note mostra il
territorio, un tempo abitato dai
bellicosi Liguri Apuani,
da dove parte questo sito...

Grafica elenco puntato link

Liguri Apuani e Statue Stele
Le radici più profonde delle
comunità lunigianesi affondano
fino alle soglie della protostoria.
Mari e monti della Lunigiana Storica (comprendente anche Val di Vara e Val di Magra) un tempo erano occupati dalla bellicosa
popolazione dei Liguri Apuani...

Grafica elenco puntato link

Le vie di pellegrinaggio
I pellegrinaggi a Gerusalemme iniziarono già dai primi secoli dopo la morte di Cristo. La via Francigena non vide solo il passaggio di pellegrini ma anche di viandanti, militari e mercanti che misero a confronto la loro cultura con quella dei territori attraversati...

Grafica elenco puntato link

PIGNONE - Una ruspa dei Vigili del Fuoco intenta a liberare il greto del torrente dal legname accumulatosi durante il nubifragio del 25-10-2011

Nubifragio del 25/10/2011
Un evento atmosferico di eccezionale portata ha dato luogo a forti precipitazioni nel Levante ligure e nell'alta Toscana. Come conseguenza, le esondazioni di canali, torrenti e fiumi hanno originato una vera e propria apocalisse...

Grafica elenco puntato link

Alluvioni in Liguria dal 1894
In Liguria i disastri legati al
maltempo sono determinati da
tanti fattori. Alluvioni e
devastazioni operate da corsi
d'acqua impazziti, violente
mareggiate e frane sono da
sempre una costante del territorio...

Grafica elenco puntato link

Liguria regione ad elevato
rischio idrogeologico

Secondo uno studio di
Legambiente in Liguria sono
molti i territori che risultano
fragili ed esposti ad un elevato
rischio idrogeologico...

Grafica elenco punatto link
 
 
 
 
Brugnato Titolo di testa - Brugnato (le infiorate)    le infiorate

Arte religiosa

 
 

"Per tetto
un cielo di stelle
e per strada
un tappeto di fiori..."

L'INFIORATA
del Corpus Domini

Luogo e data dell'evento  Brugnato, 07 giugno 2015

 Fotografie © GIOVANNI MENCARINI

BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2015) - Quadro del Cristo con corona di spine

La valle ecologica

Terra di passaggio

Borghi rotondi e sport fluviali

Parco del Magra

Titolo testo - La natura consacrata all'arte e alla religiosità  La natura consacrata all'arte e alla religiosità

Immaginatevi un'intera comunità che, alle prime luci dell'alba, si ritrova lungo le vie cittadine per allestire sull'asfalto un lunghissimo tappeto di fiori, intervallato da disegni e figure che sono

BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2013) - Un gruppo di visitatori osserva un quadro floreale in Via Briniati. Sullo sfondo il campanile della chiesa

delle vere e proprie opere d'arte. Questo accade ogni anno a Brugnato nella giornata del «Corpus Domini», quando giovani e meno giovani danno vita all''infiorata, una tradizione religiosa che origina da un miracolo accaduto a Bolsena.
Migliaia di petali di fiori, foglie ed altri prodotti della natura formano un caleidoscopico tappeto stradale che attrae moltissimi visitatori, anche dall'estero, producendo suggestioni emotive incredibili per la bellezza e la raffinatezza dei disegni che lo compongono.
La Pro Loco mette a disposizione tutti i

BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2010) - Una sagoma utilizzata per facilitare la composizione dei disegni
Elenco puntato indicazione - Brugnato è "Bandiera Arancione"  BRUGNATO  è  Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico ambientale per l'entroterra

supporti necessari e fiori di garofano (circa ventimila) che aiutano a rifinire i motivi rappresentati. Come si può vedere nelle immagini, è necessario un lavoro preparatorio abbastanza particolare, che inizia circa un mese prima della manifestazione. I volontari dei

BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2015 ) - Volto di Madonna contornato da fiori secchi e petali di margherite
cinque rioni in cui è divisa la cittadina ligure cominciano ad abbozzare i disegni sulla carta, a produrre le sagome che aiutano nella composizione delle figure, a ricercare prodotti floreali e non che daranno vita ai "quadri" sacri (ogni anno diversi). La bravura dei brugnatesi ha varcato i confini della Val di Vara, tant'è che i maestri infioratori hanno ricevuto inviti di partecipazione e collaborazione con altre località famose per le infiorate come Poggio Moiano e Loano. Questo ha portato anche a raduni ed eventi che non hanno un carattere religioso, come quelli di Infioritalia, un'associazione nata dalla collaborazione di alcuni gruppi
Grafica elenco puntato  Immagini delle Edizioni:   2004/2007 - 2010 - 2011 - 2012 - 2013 - 2014 - 2015 - 2016
di infioratori che, dopo una serie di incontri in occasione delle tradizionali infiorate, hanno deciso di associarsi per unire i loro sforzi nell'intento di far conoscere sempre di più questa singolare e secolare espressione artistica.
Lo scopo principale è quello di promuovere la conoscenza, la cultura e le tradizioni delle Feste dell'Infiorate in Italia e nel mondo e delle manifestazioni collaterali organizzate dalle associazioni e comitati aderenti all'associazione.
L'infiorata del Corpus Domini 2016 non ha avuto luogo causa maltempo

Il 29 maggio 2016 il tempo è stato veramente inclemente su tutta la provincia della Spezia. La pioggia, caduta copiosamente per tutta la giornata, ha impedito lo svolgimento della tradizionale "Infiorata del Corpus Domini" di Brugnato. Questo stop forzato dava origine anche al deterioramento di piante e fiori freschi raccolti appositamente per la manifestazione. Vale a dire che la stessa non avrebbe potuto essere rimandata alla domenica successiva, perché sarebbe passato troppo tempo.
Volontari ed enti preposti, per salvare il salvabile, decidevano perciò di dare vita all'infiorata nella giornata del 2 giugno.
Sfortuna ha voluto che sulla regione Liguria il tempo fosse nuovamente dato in forte peggioramento e questo ha prodotto l'emissione, da parte degli organi competenti,  di un avviso di "allerta giallo" dalle ore 24 dell'1 alle ore 12 del 2 giugno. L'infiorata era di nuovo in forte dubbio.
Invece nella mattinata della Festa della Repubblica, eccetto una nuvolosità accentuata, a Brugnato non si sono verificati fenomeni precipitativi e il tempo è andato via via migliorando.
Pertanto, dopo un veloce tam-tam sui social network, gli infioratori decidevano di scendere in campo per dare vita all'evento, che però si è trasformato in una semplice estemporanea di disegni e quadri floreali (aventi come tema principale l'Anno Santo) allestiti isolatamente nelle principali vie e piazze della città.
Il normale programma è saltato ma la città ha vissuto ugualmente momenti di festa, contrassegnati dalle grida dei bambini delle scuole locali, allegri e rumorosi come sempre.
Nel rispetto della tradizione del "Corpus Domini", in tarda serata il parroco locale è passato sopra i disegni, impartendo la benedizione a tutti i presenti.

Nel 2007 l'Infiorata del "Corpus Domini" di Brugnato ha valicato, via etere, i confini nazionali grazie ad una troupe della tv di stato tedesca che l'ha seguita e documentata passo passo. Nello stesso anno, i volontari del comune della Val di Vara hanno rivestito di un colorato tappeto floreale anche la centralissima Via Prione della Spezia, ricevendo numerosi elogi dagli abitanti locali.
Nel maggio 2013 gli infioratori di Brugnato hanno partecipato alla rassegna nazionale di infiorate artistiche (IV edizione) tenutasi a Pietra Ligure (SV), organizzata dal comune con la
BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2010) - Disegno raffigurante il Cristo sofferente sulla croce BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2010) - Petalo gigante di margherita composto con erba e fiori BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2010) - Disegno raffigurante la Madonna con Bambino circondata da angeli
Elenco puntato - Descrizione delle immagini soprastanti  Immagini di quadri e disegni dell'edizione 2010
collaborazione dei volontari del Circolo Giovane Ranzi. «Pietra Ligure infiore» è un evento triennale che ha tra i patrocinatori anche l'Associazione Nazionale delle Infiorate Artistiche «Infioritalia» e l'Associazione Nazionale «Città dell'Infiorata». Per numero di partecipanti e dimensione delle opere realizzate la rassegna è diventata, nel giro di pochi anni, una delle più importanti a livello nazionale. All'ultima edizione erano presenti oltre 800 maestri infioratori provenienti da varie regioni italiane (34 città in totale) e anche dalla Germania.
Per la produzione delle figure dell'infiorata vengono utilizzati anche prodotti naturali, come il sale (che in molti sfondi genera il colore bianco), il riso, il caffè i cui fondi vengono utilizzati prevalentemente per contornare i disegni (dopo aver subito un trattamento particolare che non può essere divulgato), segatura, pane grattugiato, paglia, semi di zucca, gusci di noci, pigne secche/verdi e fogliame sminuzzati.
Grafica titolo argomento  Note storiche sulle infiorate

L'usanza di gettare fiori al passaggio di persone, per far loro omaggio, è una tradizione antichissima che ha origini sia pagane che cristiane. Ma la prima infiorata organizzata con figure libere e disegni geometrici fu realizzata in Vaticano il 29 giugno 1625 (in occasione della festa dei SS. Pietro e Paolo), ad opera di Benedetto Drei (capo della floreria apostolica), seguito poi nell'incarico da Lorenzo Bernini. Ben presto venne imitata in tutto l'urbe cattolico per conferire maggiore decoro e splendore alle feste ecclesiastiche ed in particolare alla Processione del Corpus Domini. Ne da notizia il gesuita senese Giovan Battista Ferrari nel suo "De florum cultura" pubblicato nel 1633.
La festa del "Corpus Domini"  fu istituita nel 1263 da Papa Urbano IV a seguito di un miracolo accaduto a Bolsena, dove, durante la messa, l'ostia aveva iniziato a stillare sangue. La processione ricorda il fatto che la popolazione del luogo raggiunse Roma, per portare al Pontefice il corporale del prete con le macchie, a testimonianza di quanto accaduto.

Nei quadri molto estesi gli sfondi possono essere creati anche con polvere di gesso, sabbia/ghiaia colorata, limatura di ferro e alluminio. Non sarebbe infatti possibile rappresentare i particolari più minuti solo con petali e foglie. Fiori e altri prodotti verdi subiscono continue spruzzature di acqua affinché mantengano la loro freschezza fino al passaggio della processione serale.
Ma questo è anche uno stratagemma per renderli più pesanti e meno vulnerabili agli agenti atmosferici. Anche la colla da falegname, infatti, può rendere più stabile il tappeto floreale, nel caso in cui il vento la facesse da padrone...
BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2007) - Il tappeto floreale scorre sotto l'arco della Porta della Gravegnola, detta anche Superiore BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2007) - Disegni di fiori nella piazza comunale BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2010) - Un infioratore compone il logo e la data della manifestazione sul piazzale antistante la chiesa BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2010) - Un disegno del tappeto floreale in Via Briniati BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2007) - In Via Roma un quadro raffigurante un sacerdote che celebra la Santa Messa
Elenco puntato - Descrizione delle immagini soprastanti  Una serie di fotografie del tappeto floreale che attraversa tutto il centro storico della città
A Brugnato si è perso nel tempo il concorso che vedeva impegnati i rioni comunali nel produrre il disegno più originale. Troppa competizione nuoceva alla collaborazione tra i volontari delle varie contrade, rendendo disomogeneo l'impatto visivo finale.
Collegato alla manifestazione, resiste invece il concorso fotografico «Obiettivo...in fiore», giunto nel 2015 al tredicesimo anno di vita. L'iniziativa ha lo scopo di valorizzare e pubblicizzare l'evento. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti i fotoamatori, che possono presentare non più di 3 opere (entro il 31 luglio 2015), realizzate esclusivamente nel corso dell'ultima edizione dell'infiorata. I risultati del concorso saranno comunicati entro il 11/08/2015.
BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2006) - Madonna con Bambino (cliccando si vede il quadro durante la processione serale) BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2004) - Un'infioratrice compone un disegno raffigurante petali di fiori e pesci BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2004) - Infioratori all'opera sul sagrato della chiesa BRUGNATO (Infiorata del Corpus Domini 2004) - Tappeto floreale in Via Riva D'Armi
Elenco puntato - Descrizione delle immagini soprastanti  Disegni e infioratori all'opera durante le fasi preparatorie delle edizioni precedenti il 2010
Le premiazioni sono previste per lunedì 19 agosto, alle ore 22, in Piazza Maggiore (oggi Brosini), nell'ambito dei festeggiamenti patronali di San Bernardo Abate. Al primo classificato andrà un premio di 300 euro, 200 euro al secondo e 100 euro al terzo (stralcio dal regolamento ufficiale).
Nel 2015 è giunta alla quinta edizione «La vetrina fiorita», iniziativa attraverso la quale i titolari di esercizi commerciali si cimentano nell'abbellire al meglio le vetrine dei loro negozi, collegata ad un'estemporanea di pittura che ha visto impegnati lungo le strade cittadine molti artisti locali. Seconda edizione invece per il concorso «Balconi, finestre e vicoli in fiore» che ha ulteriormente colorato l'atmosfera cittadina.
I visitatori hanno potuto acquistare sulle bancarelle del centro storico i prodotti tipici locali, offerti nell'ambito del Mercatino Enogastronomico e Artigianale.
Grafica titolo argomento  Note storiche sulla città di Brugnato

La città di Brugnato è sorta attorno al nucleo dell'antica abbazia benedettina fondata verso la fine dell''VIII secolo dai monaci dell'ordine di San Colombano, appena dopo la conquista del territorio ligure da parte di Rotari, re dei Longobardi, nel 644. Il centro storico del borgo è curiosamente eretto con una forma "a tenaglia" e conserva ancora le due aperture di accesso primario: Porta Soprana o Maestra, ad occidente, e Porta Sottana ad oriente. Molti gli edifici monumentali ancora esistenti, tra cui il Palazzo Vescovile, residenza dei vescovi dal 1133, e più volte rimaneggiato. Le opere di restauro più importanti furono dovute a G.B. Paggi, vescovo della Diocesi di Brugnato dal 1655 al 1663. All'interno dell'antica sede vescovile trova posto il restaurato Museo Diocesano. Meritano attenzione anche la Chiesa Cattedrale dei Santi Pietro, Lorenzo e Colombano; l'Oratorio di San Bernardo ed il Santuario di Nostra Signora dell'Ulivo.

Secondo tradizione, Poste Italiane ha predisposto delle cartoline sull'evento che recavano uno speciale annullo filatelico, mentre la città era collegata con La Spezia tramite un servizio di bus a/r, realizzato con un autobus storico dell'Associazione Fitram.
Coloro che invece hanno raggiunto Brugnato con i propri mezzi si sono poi spostati nel centro storico grazie ad trenino navetta, che effettuava un servizio continuo di collegamento con i parcheggi esterni all'ambito urbano.
Alle ore 18.00 ha avuto luogo un Concerto di Musica Classica con l'Ensamble di fisarmoniche «Ance Libere» del Conservatorio della Spezia.
Alle ore 21.00 sono stati celebrati i Vespri Solenni, presieduti da S.E. Rev.ma Mons. Luigi Ernesto Palletti (vescovo diocesano), ai quali è seguita la tradizionale processione sul tappeto fiorito lungo le vie del borgo.
Fonti:
- Comune di Brugnato; Pro Loco Brugnato
- Il Secolo XIX - "Album della Spezia"
- QN - Quotidiano Nazionale / La Nazione - "Per le strade della Liguria e della Toscana"
TOLTE DAL CASSETTO - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
 

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP