Logo del sito "Tolte dal Cassetto"

Finestre fotografiche su Liguria e Toscana

ARCHIVIO NEWS

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP

2010

2011

2012

2013

2014

2015

2016

2017

INDICE ARCHIVIO NEWS

MARZO

APRILE

SPINO FIORITO 2016

PERSONALE DI PAOLO ULIAN

GIUGNO

OTTOBRE

 
  STADIO del 18 aprile 1967  - La grande vittoria di Nino Benvenuti al Madison Square Garden di New York

PRIMA PAGINA

<<

Archivio di grandi eventi
nazionali ed internazionali,
inchieste, reportages su
quotidiani e riviste celebri

 

FINESTRE APERTE
SUL TERRITORIO

Elenco puntato - Genova  GENOVA

Il capoluogo della Liguria
ha il centro storico più grande
d'Europa. Nel 2004 è stata la
"Capitale Europea della Cultura"...

Elenco puntato - Euroflora  EUROFLORA

In primavera, ogni 5 anni,
alla Fiera di Genova va in scena
lo spettacolo dei fiori per eccellenza.
I giardini più belli del mondo...

Elenco puntato - Via Francigena  VIA FRANCIGENA

Col Giubileo del 2000 è stata
definitivamente rivalutata
la via di Sigerico, che i pellegrini
percorrevano a piedi fino a Roma,
in segno di pentimento...

Elenco puntato - Parco del Magra  PARCO DEL MAGRA

A Gennaio 2008 il Parco Naturale
Regionale del Magra è il territorio
eco-certificato più esteso d'Europa...

Elenco puntato - Golfo della Spezia  GOLFO DELLA SPEZIA

Tra la punta di Portovenere e il Capo Corvo si apre una delle più profonde insenature di tutto il litorale occidentale italiano, declamata nei versi di illustri poeti e nella quale è incastonata La Spezia, città sede di porto militare e mercantile, che oggi è anche punto di attracco per le navi da crociera...

Elenco puntato - Le Cinque Terre  LE CINQUE TERRE

Cinque borghi marinari il cui destino è sempre stato storicamente legato alla terra e all'agricoltura piuttosto che alla pesca. Un paradiso naturale della Liguria che nel 1997 è stato inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità...

Elenco puntato - La Val di Magra  LA VAL DI MAGRA

Nobili, vescovi, mercanti e pellegrini
lungo l'asse della Via Francigena.
Culture differenti per storia e tradizioni,
nei secoli, si sono sovrapposte
e hanno permeato il territorio con
i segni del loro passaggio...

Elenco puntato - La Val di Vara  LA VAL DI VARA

La "Valle dei borghi rotondi"
è anche conosciuta come
la "Valle del biologico" per le sue
produzioni agricole ottenute con
metodi antichi e naturali.
Varese Ligure nel 1999 è stato il
1° comune ecologico d'Europa...

Elenco puntato - La Lunigiana  LA LUNIGIANA

La "Terra della Luna", in Italia,
ha la più alta concentrazione di
antichi castelli. Se ne contano
circa 160. Alcuni sono bellissimi e perfettamente conservati...

 
 
 
 
Mostra al Palazzo Mediceo di Seravezza

Sabato 30 aprile ore 18.00 verrà inaugurata una rassegna antologica dedicata al designer italiano di fama internazionale Paolo Ulian.  La mostra, a cura di Associazione culturale Imaginificat, sarà ospitata al Palazzo Mediceo di Seravezza (LU) fino al 29 maggio.
La struttura - situata ai piedi delle Alpi Apuane ed a pochi passi da Pietrasanta - è da sempre sede di eventi prestigiosi e dal 2013 è stata riconosciuta dall'Unesco come patrimonio mondiale dell'umanità ed inserita nel “Sito seriale delle ville e giardini medicei della Toscana”.

La leggerezza delle intuizioni
Personale di Paolo Ulian

L'esposizione, nelle parole della curatrice Elisa Zannoni, traccia lo sviluppo sperimentale del designer, portando in primo piano i progetti che lo hanno reso famoso, e che compongono il racconto personale di chi crede che il buon design debba essere senza tempo e far riflettere attraverso l'ironia. “Paolo si

vede come l'uomo-bambino che porta a spasso un palloncino che racchiude le sue idee” : questa è la suggestione che ha ispirato l'intero progetto. Ulian, formatosi all'Accademia di Belle Arti di Carrara ed all'Isia di Firenze, è considerato erede e ideale continuatore del fil rouge della creatività che parte da Castiglioni, Sottsass, Munari, Mari (di cui è stato assistente fino al 1992), e che ha rinnovato, con ironia, versatilità, sensibilità estetica ed anche etica l'insieme di oggetti che “popolano” il nostro quotidiano. Muovendosi con delicatezza e misura è capace di reinventare oggetti che fanno parte della memoria collettiva, portando a nuova vita materiali poveri e/o di scarto.

Ritratto di Paolo Ulian (fotografia di Lucia Baldini)
Domitilla Dardi, curatrice del MAXXI di Roma, nel testo inedito presente nella pubblicazione che accompagna la mostra, scrive di lui: “Per diversi anni il design di Paolo Ulian è stato più riconosciuto all'estero che nel nostro paese e questa è già di per sé un'anomalia. Unico italiano presente nel collettivo olandese Droog Design, le principali riviste internazionali gli hanno dedicato copertine e articoli importanti, confermando il trito adagio del nemo propheta in patria. Si è avvicinato a campi tra i più disparati del progetto, toccando materie prime considerate anticonvenzionali come il cibo, quando ancora non si parlava di Food Design. I suoi progetti sono sempre stati messaggi in bottiglia che mandano segnali a chi è in grado di scoprirli. Il suo lessico non è urlato e violento, ma riflessivo. Eppure Paolo ha continuato a vivere nei suoi territori senza mai decidere di separarsene alla ricerca di nuova accoglienza.”
Nella sua presentazione Dardi pone l'accento anche sulla ricerca e la sperimentazione nel recupero dei materiali che Ulian conduce con un suo peculiare metodo fatto di intuizioni e riflessioni riguardo al contesto sociale, etico e ambientale:“Paolo diventa un maestro nel progettare attraverso lo scarto, utilizzando il negativo generato da un positivo. Il lavorare per via di levare di michelangiolesca memoria produce infatti non solo un positivo - la scultura - ma anche un materiale di risulta, che di solito non si considera. Ma per il designer quel materiale è oro puro. Egli riscopre allora una radice molto profonda e autoctona; l'incontro col marmo attiva una memoria che, con una maturità affatto diversa, lo fa avvicinare a una lezione squisitamente italiana. Mi piace definirlo il “genio del quinto quarto” e ha la sua analogia col campo culinario. D'altra parte al design piace la similitudine col mondo della cucina da molto prima che questa diventasse di moda e in entrambi i casi si tratta di processi, materie prime, strumenti di lavoro e dell'avanzare per tentativi.” […]“Nessuno come lui oggi in Italia - e forse anche oltre - sa lavorare con lo scarto e trasformarlo in un progetto sublime. Nel farlo egli non si limita a utilizzare il materiale attraverso il riciclo o il riuso, ma sfrutta il taglio del marmo come momento fondamentale del progetto. D'altra parte questa lezione l'ha appresa alla scuola di un grande maestro, Enzo Mari.”
Se si lega tutto questo alla migliore tradizione artigiana del nostro paese ne risultano creazioni emozionanti e riconoscibili, riconducibili ad un vissuto comune ma nel contempo adeguate ad essere collocate sul mercato internazionale, come la parete di pixel, realizzata con tasselli in marmo a base rettangolare grandi quanto un dito su cui Ulian interviene staccandone uno dopo l'altro così da creare un disegno. Oppure Introverso, il vaso in marmo bianco di Carrara che cela un altro vaso di forma differente da “liberare” attraverso l'uso di un martello.
Semplicità, naturalezza, pochi orpelli, molta sostanza: l'allestimento guida attraverso le dieci sale interne e gli spazi esterni di Palazzo Mediceo alla lettura storica e tematica della produzione di Ulian, accompagnando i visitatori in un percorso pieno di sorprese e suggestioni. La manifestazione deve la sua realizzazione anche al sostegno di alcune tra le più importanti aziende del Made in Italy, tra cui Valcucine Spa, Driade, Paola Lenti srl, Schiffini, Bonacina1889, Ceccotticollezioni, Danese e Artemide, Roda, Bufalini marmi, Archimek, Le Fablier, Giulio Vanelli Marmi, Sanlorenzoyacht, G.I.A.D.A. srl, Zava, Carraradesignfactory, Alpha marmi.
 
Inaugurazione: 30 aprile 2016 alle ore 18.00 a Palazzo Mediceo -
Viale Leonetto Amadei, 230 - 55047 Seravezza (LU)
Apertura: giovedì-domenica ore 16.00-20.00
Date: dal 30 aprile al 29 maggio -  Ingresso libero
 

Close Up

Fotografie, eventi, turismo, economia, arte e gastronomia

Le Alpi Apuane
Originano da movimenti
tettonici del fondo marino
e sono prevalentemente
costituite di roccia (il notissimo
marmo bianco).
I calcari risalgono ad almeno
250 milioni di anni fa e ne
fanno un "monumento
geologico" unico al mondo...

Grafica elenco puntato link

Liguri Apuani e Statue Stele
Le radici più profonde delle
comunità lunigianesi affondano
fino alle soglie della protostoria.
Mari e monti un tempo erano
occupati dalla bellicosa
popolazione dei Liguri Apuani...

Grafica elenco puntato link

Le vie di pellegrinaggio
I pellegrinaggi a Gerusalemme iniziarono già dai primi secoli dopo la morte di Cristo. La via Francigena non vide solo il passaggio di pellegrini ma anche di viandanti, militari e mercanti che misero a confronto la loro cultura con quella dei territori attraversati...

Grafica elenco puntato link

Antiche ricette in Lunigiana
Piatti prelibati di una cucina essenziale, ma non per questo meno saporita. Cibi dal sapore antico che tornano ad imbandire le nostre tavole dopo essere stati riscoperti a nuova vita.

Grafica elenco puntato link

Pietrasanta città d'arte
Città a vocazione turistica, Pietrasanta è considerata il capoluogo storico della Versilia e la capitale della lavorazione artistica del marmo.

Grafica elenco puntato link

Infiorate a Brugnato
"Per tetto un cielo di stelle e
per strada un tappeto di fiori..."

Grafica elenco puntato link

Disfida degli arcieri
A Fivizzano la rievocazione di
una competizione avvenuta
nel 1572 e tramandata
da Frate Tommaso

Grafica elenco puntato link

Il Premio Bancarella
Sintesi di una passione
per il libro che dura a
Pontremoli da oltre 5 secoli...

Grafica elenco puntato link

La Festa del Libro
A Montereggio di Mulazzo
tutte le piazze e le strade
sono intitolate ad un editore...

Grafica elenco puntato link

Storia di stampatori e librai
In Lunigiana i primi libri con la tecnica a caratteri mobili vengono stampati nel 1471 quando Jacopo da Fivizzano mette al torchio
una decina di titoli.

Grafica elenco puntato link
 
 
 
 
TOLTE DAL CASSETTO - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana  
   

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP