Logo del sito "Tolte dal Cassetto"

Finestre fotografiche su Liguria e Toscana

ARCHIVIO NEWS

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP

2010

2011

2012

2013

INDICE ARCHIVIO NEWS

GENNAIO 2011

FEBBRAIO 2011

MARZO 2011

APRILE 2011

MAGGIO 2011

GIUGNO 2011

LUGLIO 2011

AGOSTO 2011

SETTEMBRE 2011

OTTOBRE 2011

Alluvione nello Spezzino e in Lunigiana

NOVEMBRE 2011

DICEMBRE 2011

 

LA NAZIONE (italiana) del 27 ottobre 1956 - Prima pagina dedicata all'insurrezione in Ungheria

PRIMA PAGINA

<<

Archivio di grandi eventi
nazionali ed internazionali,
inchieste, reportages su
quotidiani e riviste celebri

 

FINESTRE APERTE
SUL TERRITORIO

Elenco puntato - Genova  GENOVA

Il capoluogo della Liguria
ha il centro storico più grande
d'Europa. Nel 2004 è stata la
"Capitale Europea della Cultura"...

Elenco puntato - Euroflora  EUROFLORA

In primavera, ogni 5 anni,
 alla Fiera di Genova va in scena
lo spettacolo dei fiori per eccellenza.
I giardini più belli del mondo...

Elenco puntato - Via Francigena  VIA FRANCIGENA

Col Giubileo del 2000 è stata
definitivamente rivalutata
 la via di Sigerico, che i pellegrini
percorrevano a piedi fino a Roma,
 in segno di pentimento...

Elenco puntato - Parco del Magra  PARCO DEL MAGRA

A Gennaio 2008 il Parco Naturale
Regionale del Magra è il territorio
eco-certificato più esteso d'Europa...

Elenco puntato - Golfo della Spezia  GOLFO DELLA SPEZIA

Tra la punta di Portovenere e il Capo Corvo si apre una delle più profonde insenature di tutto il litorale occidentale italiano, declamata nei versi di illustri poeti e nella quale è incastonata La Spezia, città sede di porto militare e mercantile, che oggi è anche punto di attracco per le navi da crociera...

Elenco puntato - Le Cinque Terre  LE CINQUE TERRE

Cinque borghi marinari il cui destino è sempre stato storicamente legato alla terra e all'agricoltura piuttosto che alla pesca. Un paradiso naturale della Liguria che nel 1997 è stato inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità...

Elenco puntato - La Val di Magra  LA VAL DI MAGRA

Nobili, vescovi, mercanti e pellegrini
lungo l'asse della Via Francigena.
 Culture differenti per storia e tradizioni,
nei secoli, si sono sovrapposte
 e hanno permeato il territorio con
i segni del loro passaggio...

Elenco puntato - La Val di Vara  LA VAL DI VARA

La "Valle dei borghi rotondi"
è anche conosciuta come
la "Valle del biologico" per le sue
produzioni agricole ottenute con
metodi antichi e naturali.
Varese Ligure nel 1999 è stato il
1° comune ecologico d'Europa...

Elenco puntato - La Lunigiana  LA LUNIGIANA

La "Terra della Luna", in Italia,
ha la più alta concentrazione di
antichi castelli. Se ne contano
circa 160. Alcuni sono bellissimi e perfettamente conservati... 

 
 
 
 
EVENTI OTTOBRE 2011 - Nubifragio in Liguria e Toscana
Alluvione nello Spezzino e in Lunigiana

Martedì 25 ottobre 2011, sui territori di confine tra Liguria e Toscana, in poco più di sei ore sono caduti circa 500 millimetri di pioggia per metro quadrato. Un tale quantitativo, di solito, si  riscontra  nell'arco  di  6 mesi. Il livello  dei  corsi d'acqua, logicamente, si è alzato fino all'inverosimile dando luogo a delle terribili esondazioni che  hanno  seminato  morte e distruzione. Frane e ponti crollati hanno mandato in

tilt la viabilità e determinato l'isolamento di molti paesi e città. Fango e acqua sono penetrati in abitazioni, esercizi commerciali e aziende procurando danni enormi e mettendo in ginocchio l'economia locale.
Ci sono famiglie che hanno perduto tutto quello che avevano. La situazione è risultata particolarmente drammatica a VernazzaMonterosso (Cinqueterre), Rocchetta, Zignago, Pignone, Brugnato  e Borghetto (Val di Vara), Aulla e Mulazzo (Lunigiana). Con effetti minori, ma pur sempre drammatici, sono finiti sotto l'acqua

AULLA - Una Smart distrutta dalla violenza dell'alluvione nei pressi dell'Abbazia di San Caprasio

e il fango anche tutti i comuni della Val di Magra dove l'imponente ondata di piena del Magra ha fatto crollare il ponte di Stadano (Aulla) e quello a campata mobile

Grafica di segnalazione fotografie e note  Fotografie e note di alcune località interessate dal disastro

della Colombiera (comune di Ameglia). Insomma una vera e propria ecatombe, impossibile da descrivere nella sua completezza, che lascerà profonde ferite negli affetti umani per i lutti che ci sono stati e nel territorio solcato dalle alluvioni.

 
LIGURIA - Raccolta fondi di COOP

Novembre 2011

A novembre Coop Liguria ha avviato una raccolta fondi a favore delle popolazioni liguri colpite dall'alluvione e delle piccole cooperative delle Cinque Terre che hanno visto la propria attività travolta dall'acqua e dal fango.
Grazie alla generosità di Soci e clienti, attraverso i presidi organizzati a punto vendita dai Soci volontari di Coop Liguria, in favore degli alluvionati sono stati raccolti circa 4.700 Euro, che si andranno ad aggiungere agli aiuti confluiti sull'apposito conto corrente attivato da Legacoop Liguria presso Unipol Banca, dove si possono ancora effettuare donazioni. Ai primi di gennaio, sul conto corrente di cui sopra, erano stati versati più di 50.000 Euro, che saranno prioritariamente destinati al recupero del punto vendita di Vernazza della Cooperativa di Consumo "Cinque Terre", totalmente devastato dall'alluvione dello scorso ottobre.
Questa operazione è comunque legata al ripristino delle infrastrutture ancora compromesse: in mancanza di viabilità non sarebbe infatti possibile garantire il rifornimento del punto vendita. La Cooperativa di Consumo "Cinque Terre", tra le piccole cooperative di quell'area, è quella che ha subito i danni più ingenti.
Sempre in favore degli alluvionati liguri, grazie agli sms solidali inviati all'apposito numero dagli utenti di tutt'Italia, CoopVoce ha raccolto circa 13.300 Euro. La somma sarà consegnata alla Protezione Civile, che deciderà come impiegarla di concerto con la Regione Liguria.
Legacoop sta anche promuovendo una campagna di comunicazione per incentivare i turisti a tornare nelle Cinque Terre, almeno nelle località come Manarola e Riomaggiore, che non sono state colpite direttamente dall'alluvione, ma che comunque, al pari delle altre, vedono la propria economia seriamente minacciata per la cancellazione di buona parte delle prenotazioni.

Fonte: Con Consumatori, mensile dei soci coop
 
AULLA - Donare libri alla biblioteca

Dicembre 2011

A seguito degli eventi calamitosi verificatisi il giorno 25 ottobre 2011, la Biblioteca di Aulla ha perso quasi l'intero patrimonio librario. L'Istituto Internazionale Studi Liguri - Sezione Lunense ha preso contatto con l'Assessore alla cultura aullese Sig.ra Alessandra Colombo per trasferire parte dei volumi di sua proprietà nella nuova sede provvisoria, non appena questa sarà resa utilizzabile.
Viene inoltre effettuato un pubblico appello affinché chi abbia dei libri scritti in proprio o detenga delle doppie copie di testi prenda in considerazione l'idea di donarli alla biblioteca per reintegrare il patrimonio librario perduto.
Ci si sta organizzando per raccogliere un elenco collettivo (utile per non creare doppioni e per agevolare il lavoro dei bibliotecari) che contenga il titolo, il nome dell'autore e le generalità del donatore.
Vengono richiesti soprattutto libri di storia del territorio ma sono utili anche quelli di letteratura moderna e per ragazzi.
Questa iniziativa viene svolta anche a ricordo di tutti gli studiosi come il prof. Giulivo Ricci che tanto hanno fatto per Aulla e la Lunigiana intera.

 
LA SPEZIA - Slow Food pro alluvionati

Dicembre 2011

Dopo la drammatica alluvione e il periodo di prima emergenza che ha interessato questo lembo di Liguria, l' Associazione Slow Food vuole adoperarsi per mantenere viva l’attenzione sulle gravi difficoltà e i problemi delle zone colpite contribuendo, in maniera concreta, alle operazioni di ripristino e di ritorno alla normalità che il Levante Ligure deve affrontare.
Per non disperdere le forze, l'attenzione sarà concentrata su alcuni interventi specifici e di seguito elencati, secondo quattro linee guida:

Ripristino degli "Orti in Condotta" di Vernazza, Pignone, Brugnato, Borghetto Vara e Rocchetta Vara (L’intero fabbisogno, circa 3800 €, sarà recuperato internamente alle economie di Mare Terra di Liguria 2011 che non avevano ancora alcuna destinazione di bilancio);
Raccolta fondi da destinare a progetti specifici riguardanti aziende facenti parte della rete delle Comunità del Cibo (quanto raccolto, verrà destinato al sostegno di alcune realtà agricole duramente colpite che fanno parte della rete di Terra Madre). L'alluvione ha distrutto buona parte dei terreni orticoli (o li ha gravemente danneggiati) dei Produttori delle Valli del Pignone e del Casale, con compromissione degli stessi per la presenza di fango, tronchi d'albero e sassi. La Comunità organizzata in Associazione ha necessità di far ripartire gli acquedotti irrigui che il Comune ha ereditato dalla soppressa Comunità Montana della Val di Vara e che gestisce con il contributo in quota parte degli agricoltori. Per le prime necessità e per garantire la funzionalità di massima degli impianti occorrono 30.000 € da parte dei produttori oltre al contributo che il Comune garantirà e che è molto più alto. L'Associazione ritiene di dover procedere in modo graduale anche alla riattivazione dei terreni danneggiati ad eccezione di quelli asportati dalla piena il cui recupero è da considerare al momento del tutto incerto;
Proposta di acquisto di regali natalizi “i Cesti della Speranza”. Le aziende sono selezionate dalla condotta locale Slow Food, gli ordini e la logistica sarà curata dal Consorzio Valle del Biologico. Sarà inviata una scheda per effettuare l’ordinazione correlata da un piccolo testo descrittivo di prodotti e produttori, comprensivo di alcune foto;
Produzione di un Itinerario Slow dedicato al Levante Ligure con edizione di una guida turistica del territorio Cinque terre e Val di Vara nell’ambito della collana SF Editore/Touring. La guida vedrà la luce nei prossimi mesi e la sua diffusione potrà sostenere la ripresa turistica soprattutto delle zone interne. In particolare, però, una parte dei ricavi della vendita verranno devoluti a favore dei produttori locali.
Per maggiori informazioni:
Slow Food La Spezia - Cinque Terre - Val di Vara e Levanto
 
LA SPEZIA - Premiati i cani "eroi"

5 Gennaio 2012

Il 5 gennaio, nel salone del consiglio della Provincia della Spezia, sono stati premiati i due cani eroi che durante le recenti alluvioni hanno salvato i propri padroni.
Si tratta di Leo, che ha salvato a Vernazza il padrone, Pierpaolo Paradisi, e di Natalina, che ha tratto in salvo la padrona, Carla Tozzi, e gli ospiti che aveva a cena, oltre a svegliare e “avvertire” del pericolo l’altro cane di casa, un corso. Sia Leo che Natalina sono due meticci di canile.
Leo ha una storia complessa. Era stato condannato all’abbattimento in Serbia, e Pierpaolo Paradisi lo ha adottato a distanza attraverso l’associazione di volontariato Humanimal. La sua storia ha commosso tutti: era il suo turno, ormai, e sarebbe stato ucciso (come avvenuto purtroppo ai suoi compagni di sventura). L’adozione lo ha salvato: e Leo ha ricambiato tanto affetto, salvando la vita al suo padrone. Ha infatti “sentito” che stava per verificarsi una frana sulla strada di Vernazza, ed è letteralmente saltato in braccio al suo padrone, costringendolo a fermare la macchina appena in tempo.
Natalina ha fatto altrettanto, con la famiglia di Vezzano Ligure, che ha salvato dal crollo della casa. Anche in questo caso, ha “sentito” la frana, prima che questa si verificasse: ed ha tirato all’esterno di casa la sua padrone, costringendola a vedere quel che stava per accadere, e a porsi in salvo.
I due cani eroi hanno ricevuto una bandana disegnata a mano dai giovani stilisti del corso moda del professionale Einaudi Chiodo, diretto da Cardinale Generoso. Sempre opera dei ragazzi, e dell’insegnante Laura Castellini, è anche il logo stampato su una maglietta di beneficenza, il cui ricavato contribuirà ad assistere i cani sopravvissuti all’alluvione: sparpagliati oggi in più canili della Liguria e della Toscana. Ce ne sono tanti: sono terrorizzati, hanno negli occhi tanta sofferenza, e sperano in una adozione. Sono stati ringraziati ufficialmente i bambini e le insegnanti delle scuole del Favaro, che hanno raccolto aiuti per salvare i cani più a rischio, fra quelli sopravvissuti. In classe hanno letto storie toccanti di animali, raccolte nel volume “Con due grandi occhi”, patrocinato anni fa dalla Provincia con incasso in beneficenza per il canile pubblico della città. I loro aiuti sono stati devoluti ad una cagnetta sopravvissuta all’alluvione, e ora ricoverata al canile comunale di San Venerio: grazie a loro sarà curata questa femmina di pastore tedesco che era rimasta sola in un terreno allagato, e s’è salvata dall’alluvione aggrappandosi con le zampe ad un cancello. Ora ha bisogno di tante cure, perché è risultata in gravi condizioni.
La campagna di sensibilizzazione al rispetto di tutte le forme di vita, è un progetto che la Provincia sostiene da anni: attraverso pubblicazioni e iniziative ispirate all’esigenza di coinvolgere più persone possibile nell’impegno contro gli abbandoni e le restituzioni. Nonostante le adozioni siano numerose, resta sempre più alto il numero di cani abbandonati, che i proprietari non vogliono più: in queste ore sono entrati cani di piccola e media taglia, e anche pastori tedeschi, che per varie motivazioni i padroni hanno deciso di non volere più in famiglia, nonostante fossero con loro da anni.

 
AULLA - Cestini solidali di Legambiente

Maggio 2012

Acquistando i prodotti tipici della Lunigiana, con la prenotazione di uno dei 1000 cestini solidali a soli 35 €, si partecipa con gusto alla ricostituzione della biblioteca di Aulla (Ms), distrutta nella tragica alluvione dello scorso autunno, e si aiutano anche i piccoli produttori della Lunigiana.
Voler bene all'Italia presenta da questa edizione il cestino della PiccolaGrandeItalia, un paniere di prodotti tipici frutto della sapiente tradizione del territorio, quest'anno dedicato interamente alla Lunigiana.
Legambiente ha promosso questa iniziativa grazie alla collaborazione dei piccoli produttori riuniti nell'Associazione ‘Lunigiana Amica'.
La volontà, infatti, è quella di sostenere le economie provate dall'alluvione dello scorso autunno e ridare vita alla biblioteca di Aulla, rasa al suolo in quella tragica occasione, ripristinando, almeno in parte, i 40mila volumi persi.
Chi non potrà recarsi fisicamente a festeggiare i Piccoli Comuni Italiani ha quindi comunque la possibilità di gustarli da casa, facendo dell'opportunità di conoscere le prelibatezze e i sapori lunigiani, una vera scelta di solidarietà.

COMPOSIZIONE CESTO SOLIDALE (#) - 35 € cad.
1 bottiglia di vino da vitigni autoctoni o biologico - 1 testarolo di Pontremoli* - 1 vasetto di Pesto locale o biologico - 1 vasetto di Miele della Lunigiana DOP (acacia o castagno) da 250 gr.** - 1 vasetto di marmellata di Mela Rotella della Lunigiana*** - 1 sacchetto di farina bianca macinata a pietra da 1 kg. - 1 sacchetto di pasta di grano duro**** - 1 tavoletta cioccolato biologico Stainer di Pontremoli
* il testarolo è un disco di pane azzimo cotto nei tipici 'testi' di ghisa della Lunigianaviene utilizzato tagliato a losanghe e fatto rinvenire in aqua bollente per 3 minuti (con 1 testarolo ci vengono tre piatti).il condimento tipico e' con il pesto, oppure olio e formaggio grattuggiato
** il Miele della Lunigiana e' stao il primo miele DOP in Italia. Oggi si e' aggiunto solo quello delle Dolomiti Bellunesi
*** la Mela Rotella della Lunigiana e' un frutto autoctono che è stato recuperato da alcuni piccoli produttori della Lunigiana Orientale. E' una piccola mela dal'aspetto a 'ciambella' con la caratteristica che si conserva fuori dai frigoriferi per mesi
**** si tratta di piccolo pastificio locale annesso al mulino ad acqua, la pasta e' ottenuta con macinatura a pietra di farina da grano locale seminato nell'Area naturale protetta del Fiume Magra
(#) La composizione del cesto potrà variare a secondo della disponibilità dei prodotti forniti da piccoli produttori mantenendo fermo il valore commerciale di Euro 35,00
 
CAPRIGLIOLA - Spettacolo benefico

 8 Settembre 2012

In occasione della festa paesana, con illuminazione scenografica del borgo a forma di nave, sabato 8 settembre 2012 - alle ore 21:00 - nel piazzale della Chiesa di Caprigliola si accenderanno i riflettori sul tradizionale spettacolo benefico musicale
"Sosia & Friends"
Si tratta di un evento organizzato dai volontari della Croce Rossa della sede di Albiano Magra. La serata sarà deliziata dal gruppo di percussioni SambAlè di Albiano Magra. L'entrata è libera ad offerta. Il ricavato contribuirà alla ricostruzione di Aulla dopo i danni subiti nell'alluvione del 25 ottobre 2011.
Allo spettacolo partecipano non solo i volontari della CRI ma anche gli abitanti di Albiano Magra e delle frazioni vicine che imitano in playback famosi cantati italiani e stranieri. Sono previsti anche intermezzi di danza moderna eseguiti dalle allieve della Tap Dancing. Musica, professionalità e risate, saranno gli ospiti d'onore della serata.
Presentano Roberto Cipriani (presidente del comitato locale della Croce Rossa Italiana di Albiano Magra) e Monia Piva (Dir. artistica scuola di danza Tap Dancing di Albiano Magra).
Le parrucchiere, le sarte, le insegnanti di ballo, il tecnico delle luci e suoni locale, il DJ Claudio Piva, dedicheranno affettuosamente la loro professionalità all'evento.
TOLTE DAL CASSETTO - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
 

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP