Logo del sito "Tolte dal Cassetto"

Finestre fotografiche su Liguria e Toscana

GENOVA

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP

 
 
Volume "IL SECOLO XIX - 1886-1986", una delle iniziative per celebrare il centenario di vita della testata genovese

PRIMA PAGINA

<<

Archivio di grandi eventi
nazionali ed internazionali,
inchieste, reportages su
quotidiani e riviste celebri

 

FINESTRE APERTE
SUL TERRITORIO

Elenco puntato - Genova  GENOVA

Il capoluogo della Liguria
ha il centro storico più grande
d'Europa. Nel 2004 è stata la
"Capitale Europea della Cultura"...

Elenco puntato - Euroflora  EUROFLORA

In primavera, ogni 5 anni,
 alla Fiera di Genova va in scena
lo spettacolo dei fiori per eccellenza.
I giardini più belli del mondo...

Elenco puntato - Via Francigena  VIA FRANCIGENA

Col Giubileo del 2000 è stata
definitivamente rivalutata
 la via di Sigerico, che i pellegrini
percorrevano a piedi fino a Roma,
 in segno di pentimento...

Elenco puntato - Parco del Magra  PARCO DEL MAGRA

 A Gennaio 2008 il Parco Naturale
Regionale del Magra è il territorio
eco-certificato più esteso d'Europa...

Elenco puntato - Golfo della Spezia  GOLFO DELLA SPEZIA

Tra la punta di Portovenere e il Capo Corvo si apre una delle più profonde insenature di tutto il litorale occidentale italiano, declamata nei versi di illustri poeti e nella quale è incastonata La Spezia, città sede di porto militare e mercantile, che oggi è anche punto di attracco per le navi da crociera...

Elenco puntato - Le Cinque Terre  LE CINQUE TERRE

Cinque borghi marinari il cui destino è sempre stato storicamente legato alla terra e all'agricoltura piuttosto che alla pesca. Un paradiso naturale della Liguria che nel 1997 è stato inserito dall'UNESCO tra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità...

Elenco puntato - La Val di Magra  LA VAL DI MAGRA

Nobili, vescovi, mercanti e pellegrini
lungo l'asse della Via Francigena.
 Culture differenti per storia e tradizioni,
nei secoli, si sono sovrapposte
 e hanno permeato il territorio con
i segni del loro passaggio...

Elenco puntato - La Val di Vara  LA VAL DI VARA

La "Valle dei borghi rotondi"
è anche conosciuta come
la "Valle del biologico" per le sue
produzioni agricole ottenute con
metodi antichi e naturali.
Varese Ligure nel 1999 è stato il
1° comune ecologico d'Europa...

Elenco puntato - La Lunigiana  LA LUNIGIANA

La "Terra della Luna", in Italia,
ha la più alta concentrazione di
antichi castelli. Se ne contano
circa 160. Alcuni sono bellissimi e perfettamente conservati... 

 
 
 
 
Corte Lambruschini
GENOVA - I grattacieli della Corte Lambruschini visti da Via Luigi Cadorna
DA VEDERE
Castello D'Albertis
Corte Lambruschini
Piazza della Vittoria
Teatro Carlo Felice
Via XX Settembre
Vico Ponticello
 

Genova Home

La Scultura

La Pittura

La Letteratura

Centri d'Interesse

Blocco Notes

Corte Lambruschini e Borgo Pila
Il ritratto di Brigida Spinola Doria (effige ufficiale della mostra "L'Età di Rubens - dimore committenti e collezionisti genovesi - Palazzo Ducale 20 Marzo - 11 Luglio 2004) fa da contrasto alla modernità della parte a levante della città. Il complesso edilizio di arditi grattacieli lamellari, realizzati con le più avanzate tecnologie, domina Piazza Verdi, area antistante la stazione ferroviaria di Genova Brignole (inaugurata nel 1905, dopo oltre 37 anni di progetti e lavori) che deve il suo nome al convento delle monache Brignoline, demolito per far posto al parco binari.
Nel tardo ottocento, la vecchia Genova era ancora racchiusa nelle mura seicentesche ed aveva sei sestieri. A levante della città esistevano due Borghi: il Borgo degli Incrociati ed il Borgo Pila. Il primo si distingueva lungo la strada romana con la sua chiesa detta dei "Diecimila Crocifissi". Il secondo scendeva da Ponte Pila lungo l'asse stradale di Via Santa Zita. La corte apparteneva al territorio del Borgo Pila, zona franca dagli obblighi daziari perché esterna a Porta Pila. Il toponimo di Pila, secondo il rigido storico Podestà, significava "Ponte di legno d'imbarco". Da questo borgo, che prima era un isolotto del Bisagno, un tempo si imbarcavano le genti e verosimilmente qui convenivano per fare provvista d'acqua necessaria alla navigazione.
La possente Porta Pila, con l'enfasi chiaroscurale delle sue colonne e il cipiglio dei bassorilievi leonini, fu progettata dall'architetto lombardo Bartolomeo Bianco, autore anche dei palazzi di Via Balbi. Porta Pila, fino alla fine dell''800, guarniva con la sua imponenza le mura di Genova pressappoco all'altezza dell'ultimo palazzo di Via XX Settembre. Per la realizzazione di Piazza Verdi si decise di smontarla e di ricomporla sui resti monchi delle mura di Montesano. Nel 1940 venne nuovamente tirata giù e ricomposta (con qualche modifica) solo dopo la fine della guerra, nei pressi della ferrovia di Brignole.
Nel Borgo Pila, il piazzale alberato antistante la chiesa, nei giorni feriali, formicolava di bovini, suini ed ovini essendo questo il mercato del bestiame della Superba. Le bestie, una volta contrattate e vendute, venivano portate nel vecchio macello del Lagaccio. L'insieme del luogo aveva l'aspetto di un paesetto, pur essendo vicinissimo alla città. Il vecchio Borgo Pila rimase nella storia degli stabilimenti industriali genovesi, perchè dal suo territorio uscì - grazie alle Officine Meccaniche Orlando, il primo motore a vapore per navi mercantili. Nel 1915, la vecchia chiesa fu totalmente demolita per fare posto al primo garage della Fiat-Storero, poi Teatro Augustus, ed al palazzo soprastante. Il suo portale marmoreo fu appiastrato nella porta secondaria della nuova chiesa.
Gli edifici della Corte Lambruschini, ormai tutti fatiscenti anche per i danni causati dalla 2a Guerra Mondiale, sono stati rasi al suolo in occasione delle Colombiadi del 1992 (vedi link nella colonna a destra). Il progetto della nuova struttura è nato verso la fine degli anni '80 ad opera degli scomparsi architetti toscani Piero Gambacciani e Aristo Ciruzzi, ai quali si devono altre importanti opere cittadine. L'attuale quartiere genovese ospita un modernissimo centro direzionale-commerciale-albergiero, comprendente anche un mega-parcheggio e un teatro, nuovo palcoscenico dell'attivissima compagnia stabile di Genova.
Elenco puntato - Per le fonti del testo vedere la pagina principale "Genova"  Fonti: vedi pagina principale "Genova Home"
 

 

Close Up

Fotografie, eventi, turismo, personaggi, arte e cultura

Alluvioni in Liguria dal 1894
In Liguria i disastri legati al
maltempo sono determinati da
tanti fattori. Alluvioni e
devastazioni operate da corsi
d'acqua impazziti, violente
mareggiate e frane sono da
sempre una costante del territorio...

Elenco puntato - Alluvioni in Liguria dal 1894

Colombiadi 1892 e 1992
Nel 1992 le celebrazioni per il 500° anniversario della scoperta dell'America hanno consentito al capoluogo ligure un notevole rilancio in campo internazionale. Anche le feste colombiane del 1892 attirarono su Genova gli occhi del mondo...

Elenco puntato - Colombiadi 1892 e 1992

Il dialetto genovese
Le trasformazioni fonetiche avvenute nella parlata di Genova sono un segno inequivocabile del dinamismo espresso dalla città durante i secoli della Repubblica. A Genova il dialetto è una lingua viva, che oggi viene insegnata anche nelle scuole...

Elenco puntato - Il dialetto genovese

Funicolari e Ferrovia
A Genova effettua servizio una delle tranvie a cremagliera più antiche d'Italia, che collega la zona della Stazione Principe con il quartiere collinare di Granarolo. Assieme alle altre funicolari consente di accedere a punti panoramici per vedere la città dall'alto....

Elenco puntato - Funicolari e Ferrovia

Teatro popolare e di strada
Le esibizioni teatrali in strada hanno origini molto remote. Le prime notizie di giocolieri e saltimbanchi risalgono addirittura all'antico Egitto. Nel 2004 il comune di Genova ha riconosciuto l'arte di strada come fenomeno culturale e ha regolamentato la materia...

Elenco puntato - Teatro popolare e di strada

Il principe Andrea Doria
L'abilissimo ammiraglio genovese diventò ricco e potente, ma non perse mai quelle caratteristiche morali che lo avevano contraddistinto fin da giovane. In una sua biografia si legge: "Aveva aspetto eroico, gravità virile e gesto umano... il sobrio vivere e il suo parco vestire non erano da principe ma da privatissimo gentiluomo..."

Elenco puntato - Il principe Andrea Doria
 
 
 
 
TOLTE DAL CASSETTO - Finestre fotografiche su Liguria e Toscana
19037 S.Stefano di Magra - LA SPEZIA  IT
   

HOME PAGE

PHOTO MAGAZINE

SITE GALLERY

INFO/CREDITS

LINKS/MAIL

SITEMAP